Turismo sostenibile e Aree interne: Lagalla a Caltanissetta

Lagalla a Catania: “Lavorare per una Sicilia più giusta”
13 maggio 2017
Domani a Gela con Roberto Lagalla
12 giugno 2017
Show all

Turismo sostenibile e Aree interne: Lagalla a Caltanissetta

Mercoledì 31 maggio, alle ore 16.30 presso l’Hotel San Michele, Roberto Lagalla presenta il gruppo di animazione politica Idea Sicilia. Insieme a lui, numerosi testimonal interverranno a proposito di “Turismo sostenibile e aree interne”.

“Oggi parlare di aree interne significa discutere di come pianificare strategie atte alla valorizzazione e alla promozione di zone della Sicilia di straordinaria bellezza ma, purtroppo, non ancora attraversate da flussi turistici stabili e destagionalizzati. Mercoledì, grazie alle testimonianze di alcuni esperti – dichiara Roberto Lagalla – discuteremo di quali sono i processi in atto e quali le possibili azioni a supporto di una politica urbana e territoriale volta a rafforzare gli ecosistemi culturali. Questo sarà parte integrante del programma operativo di Idea Sicilia, su cui stiamo lavorando grazie al contributo di quanti continuano a scrivere, lanciando idee, proposte e suggerimenti utili. Ritengo che sia arrivato il momento di fare del nostro patrimonio culturale, paesaggistico e artistico il principale motore economico naturale della Sicilia, attraverso azioni di buon senso ed elaborate sulla base delle reali esigenze dei cittadini”.

Aprirà i lavori Giorgio De Cristoforo, giornalista de La Sicilia e interverranno: Giuseppe Riolo, giovane imprenditore agricolo, Giuseppe Giglia, professore dell’Università degli Studi di Palermo e ricercatore onorario Università di Maastricht, Andrea Milazzo, architetto urbanista ed ex assessore della giunta comunale di Caltanissetta, Claudia Sollami, consulente di entomologia forense e responsabile presso il laboratorio internazionale di entomologia forense del Consorzio Universitario di Caltanissetta. Conclude Maurizio Carta, Presidente Scuola Politecnica Università degli Studi di Palermo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *