Lagalla: “Mediatore interculturale una figura indispensabile”

Lagalla incontra i sindacati: “Approccio costruttivo”
28 dicembre 2017
Lagalla: “Operare con determinazione e tempestività”
11 gennaio 2018
Show all

Lagalla: “Mediatore interculturale una figura indispensabile”

E’  stato approvato e inserito, tramite decreto dell’Assessorato all’Istruzione e alla Formazione professionale, il profilo di “Mediatore Interculturale” nel Repertorio delle Qualificazioni della Regione Siciliana, fino a questo momento non riconosciuta, differentemente da altre regioni italiane che negli anni hanno proceduto in questa direzione. 

“E’ una figura professionale indispensabile per la società multiculturale nella quale viviamo – spiega Roberto Lagalla – per garantire coesione sociale e pari opportunità, attraverso processi di integrazione e accoglienza, graduali e assistiti. Il sostegno agli immigrati, alle famiglie e alle associazioni deve avvenire prioritariamente attraverso un operatore sociale che ne sappia interpretare i bisogni, per favorirne l’inserimento sociale e il dialogo con le istituzioni, nell’osservanza dell’ordinamento italiano. La mediazione interculturale è certamente, oggi più che mai, indispensabile per la rimozione delle barriere culturali, linguistiche e per la salvaguardia dei diritti e dei doveri, come per l’accesso ai servizi pubblici e privati della popolazione di immigrati”.

Il decreto sarà a breve pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana.

1 Comment

  1. Mario Rizzo ha detto:

    Bravo Roberto. Queste iniziative di riconoscimento di nuove professioni sono da incentivare. Purtroppo ci sono delle figure professionali che vengono ignorate solo perché altri con titoli non consoni si appropriano del loro lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *